Iniziativa dei cittadini europei: invito a presentare osservazioni

on . Postato in news

Le iniziative dei cittadini europei sono state introdotte dal trattato di Lisbona del 2009 e consentono a 1 milione di cittadini provenienti da 1 quarto degli Stati membri dell'UE di chiedere alla Commissione di presentare una proposta legislativa in un settore di sua competenza. Lo strumento è stato attivo per 5 anni, dall'aprile 2012.

La Commissione europea desidera ora raccogliere i pareri dei cittadini e delle parti interessate su come raggiungere più efficacemente gli obiettivi di promozione della partecipazione del pubblico e di avvicinamento dell'Unione europea ai cittadini.
Per questo motivo ha aperto questa settimana un invito a presentare osservazioni su un'eventuale riforma del regolamento relativo all'iniziativa dei cittadini europei, che consente a 1 milione di cittadini di chiedere all'UE di adottare nuove normative.
Ad aprile annunciando la revisione prevista delle norme UE attualmente in vigore, il Primo Vicepresidente Frans Timmermans ha dichiarato: "So che i requisiti per avviare un'iniziativa dei cittadini e raccogliere le firme sono ancora onerosi. Voglio rendere l'iniziativa dei cittadini europei più accessibile e snella. Voglio che diventi uno strumento diffuso e utilizzato, conosciuto dai cittadini."
Finora sono state registrate oltre 40 iniziative, che hanno ricevuto il sostegno di oltre 6 milioni di persone da tutti gli Stati membri. 3 iniziative hanno ottenuto 1 milione di firme e 2 di esse: "Right2Water" e "Stop Vivisection" hanno influenzato le attuali politiche dell'UE.

Ulteriori informazioni sulle iniziative dei cittadini europei

Studio Europa

Lo Studio Europa è lo studio radiofonico della Rappresentanza. Lo studio radio permette a tutte le emittenti radiofoniche che lo richiedano di registrare, montare e trasmettere, in diretta o in differita, programmi incentrati sull'Unione europea. Cliccando qui sotto potete trovare le trasmissioni di 22 minuti – Una settimana d'Europa in Italia e Un Libro per l'Europa.

http://ec.europa.eu/italia/studio_europa/index_it.htm