Firmato dalla Commissione Ue il primo patto per l'innovazione sul riuso dell'acqua

on . Postato in news

Il tema dell'acqua è oggi sempre più al centro dell'attenzione, soprattutto perché siamo di fronte a periodi di carenza idrica. L'acqua è un bene primario e come tale deve essere tutelato sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo.

L'obiettivo deve essere quello di una buona gestione della risorsa idrica che comprende sia un utilizzo ottimale dell'acqua e del suo risparmio sia il riuso della stessa, ovvero l'utilizzo in settori diversi da quello d'origine, ed il riciclo, cioè l'utilizzo nello stesso settore di quello d'origine.
Venerdì scorso la Commissione europea insieme a innovatori e utilizzatori finali e a 14 partner provenienti da autorità nazionali e regionali, università e centri di conoscenza, ha firmato il primo patto per l'innovazione sul "Trattamento sostenibile delle acque reflue combinando la tecnologia dei bioreattori a membrana anaerobica (AnMbR) ed il riuso dell'acqua".
Carlos Moedas, Commissario per la Ricerca, la scienza e l'innovazione, ha dichiarato: "Il patto per l'innovazione è uno strumento per un'amministrazione più moderna ed efficiente e consente agli innovatori di sormontare gli ostacoli normativi all'innovazione presenti nell'attuale quadro legislativo dell'Unione europea. L'attuazione del patto per l'innovazione dimostra che la nostra istituzione sta cambiando: non ci limitiamo più a stabilire le norme, ma con un atteggiamento pragmatico e proattivo contribuiamo a raggiungere gli obiettivi strategici tramite l'innovazione".
Karmenu Vella, Commissario per l'Ambiente, gli affari marittimi e la pesca, ha dichiarato: "Il primo patto per l'innovazione sull'acqua contribuisce al conseguimento di un'economia circolare, da noi fortemente auspicata. Vede la luce nel momento in cui stiamo verificando il funzionamento della politica europea in materia di acque. Vogliamo che la nostra politica sia più semplice da attuare e da utilizzare. Il patto per l'innovazione ci aiuta a raggiungere tale obiettivo".
Il patto per l'innovazione esaminerà le soluzioni per superare gli ostacoli percepiti, l'impatto e le conseguenze che esse potrebbero avere e valuterà quali parti interessate coinvolgere. La Commissione potrebbe decidere di avviare azioni di follow-up.

Maggiori informazioni

Maggiori informazioni sui patti per l’innovazione

Studio Europa

Lo Studio Europa è lo studio radiofonico della Rappresentanza. Lo studio radio permette a tutte le emittenti radiofoniche che lo richiedano di registrare, montare e trasmettere, in diretta o in differita, programmi incentrati sull'Unione europea. Cliccando qui sotto potete trovare le trasmissioni di 22 minuti – Una settimana d'Europa in Italia e Un Libro per l'Europa.

http://ec.europa.eu/italia/studio_europa/index_it.htm